Capire la politica

Secondo la definizione classica, la politica è l'arte di governare le società mentre per Aristotele l'uomo è per natura un animale politico. Nel linguaggio comune la politica evoca diverse immagini:

  • un insieme di organi dello stato (parlamento, senato e governo) e di enti locali (regioni, province e comuni) dove i politici eletti dai cittadini svolgono attività come la gestione delle istituzioni e la produzione di leggi e regolamenti destinati ad incidere sulla vita delle persone;
  • un brulicare di persone, partiti e movimenti politici che frequentano piazze, eventi, riunioni, convegni, emittenti radiofoniche, pagine di giornali, internet e televisoni, che discutono continuamente tra loro, con i giornalisti e raramente con il pubblico, che si appellano ai cittadini e che intensificano queste attività nei periodi precedenti le elezioni;
  • l'attivismo politico, cioè le attività svolte da alcune persone che pur non essendo inquadrate come politici cercano di influenzare la società partecipando ad associazioni, movimenti, partiti politici oppure portando avanti progetti ed idee che hanno una valenza di indirizzo per la società attraverso iniziative personali, professionali e collettive.

Per capire la politica, dunque, possiamo guardarci attorno e percepire la politica in una o in tutte queste tre dimensioni: l'attività di coloro che si trovano a governare producendo leggi, regolamenti e servizi pubblici, l'attività di coloro che in particolare durante le campagne elettorali confrontano e promuovono le proprie idee e quelle del partito o del movimento di cui fanno parte per accedere all'attività di governo o di opposizione, l'attività sociale di coloro che come semplici cittadini valutano le diverse idee espresse dai politici, si trasmettono le loro impressioni, votano e partecipano alle attività dei partiti e delle associazioni che svolgono una funzione di indirizzo per la società.

Capire la politica significa comprendere che la politica, comunque decidiamo di rapportarci ad essa - da protagonisti, da spettatori più o meno partecipi oppure come persone che la ignorano completamente - determina la qualità delle nostre vite e quella delle generazioni future. Anche se tu non ti occupi di politica, la politica si occupa di te e dei tuoi figli.

In particolare nelle democrazie è fondamentale che tutti i cittadini si occupino di politica in qualche modo, anche solo per informarsi su come viene gestita la cosa pubblica e su come vengono spesi i soldi delle tasse. A volte si fa politica senza rendersene conto, poichè è attività politica anche la protesta pubblica in nome di una causa che si ritiene giusta o in nome di una rivendicazione collettiva.

Nelle democrazie la politica è lo strumento principale per la difesa delle libertà e dei diritti civili, per questo la politica è di tutti i cittadini e non può essere delegata in esclusiva agli attivisti politici e a chi svolge ruoli politici nelle organizzazioni e nelle istituzioni pubbliche.