Economia

La spesa pubblica italiana

Il conto economico consolidato delle amministrazioni pubbliche italiane, pubblicato a Dicembre 2014 dall'ISTAT, riporta che il totale delle uscite complessive per l'anno 2013 è stato di 827.175 milioni (circa 827 miliardi) di Euro.

Per rilevare l'andamento nel tempo della spesa pubblica italiana possiamo mettere in relazione questo importo con l'ammontare della spesa pubblica negli anni precedenti il 2013.

Confronto della spesa pubblica delle regioni

I bilanci consuntivi delle regioni e province autonome pubblicati a Giugno 2015 dall'ISTAT, in forma ancora provvisoria, riportano che la spesa delle regioni e province autonome per l'anno 2013 (voce "impegni") è stata di 232.424.497.146 Euro (circa 232 miliardi di Euro).

Liberismo e politiche economiche di sinistra

Il liberismo, ovvero la teoria economica che valorizza il ruolo del libero mercato e scoraggia l'intervento dello Stato nell'economia, viene spesso additato dalla sinistra italiana come l'antitesi delle politiche economiche di sinistra.

Le soluzioni alla crisi economica italiana

Come alcuni economisti hanno fatto notare, più che di crisi economica bisognerebbe parlare di "declino" poichè l'impoverimento del paese va avanti ormai da troppi anni e gli ostacoli che impediscono la crescita economica hanno caratteristiche strutturali. Quali potrebbero essere allora le soluzioni alla crisi economica italiana?

Unione Europea, crisi economiche e crisi dei debiti sovrani

Le crisi economiche dei paesi aderenti all'Euro hanno evidenziato alcuni punti deboli del processo di unificazione europea. Il processo di integrazione europea si trova in una fase abbastanza avanzata da vincolare i paesi membri a determinati parametri di finanza pubblica, ma allo stesso non così avanzata da consentire un intervento diretto delle istituzioni europee nelle situazioni di crisi, o per prevenirle.

La crisi economica italiana 2008-2014

La crisi conclamata dell'economia italiana è iniziata nel corso del 2008 quando il Prodotto Interno Lordo è diminuito dell'1,2%. Il PIL è una misura statistica che rappresenta la ricchezza prodotta dal paese in un anno e le sue variazioni indicano se un paese sta crescendo o impoverendo.

Le origini della crisi finanziaria internazionale del 2007

Alle origini della crisi finanziaria internazionale del 2007 c'è lo scoppio di una bolla speculativa nel settore immobiliare degli Stati Uniti ed il conseguente crollo di valore dei cosiddetti titoli "subprime" ovvero i titoli rappresentativi dei prestiti e dei mutui erogati dagli istituti di credito ai clienti ad alto rischio.