Concetti fondamentali

Il sistema politico italiano

Il sistema politico italiano è simile ai sistemi politici di quasi tutte le democrazie occidentali dove i partiti politici svolgono un ruolo fondamentale per l'esercizio e la tutela della democrazia. Nel sistema politico italiano caratterizzato dal pluripartitismo, i partiti politici sono l'entità che mette in relazione individui, gruppi e strutture, rappresentando sia la sintesi delle istanze dei cittadini che decidono di farne parte o di sostenerli con il voto, che l'anello di congiunzione con le istituzioni.

Cos'è la spesa pubblica

Per spesa pubblica si intende l'insieme delle risorse finanziarie che vengono utilizzate dallo Stato ovvero dall'Amministrazione centrale, dagli enti previdenziali e dalle amministrazioni decentrate per: erogare servizi pubblici ai cittadini (pensioni e ammortizzatori sociali, sanità, istruzione, difesa, ordine pubblico, protezione civile, trasporti e infrastrutture, servizi culturali e informativi), far funzionare l'organizzazione statale (stipendi dei dipendenti pubblici, materiale di consumo, attrezzature e infrastrutture), ripianare il debito pubblico e pagare gli interessi.

Il partito politico

Per il funzionamento delle moderne democrazie è fondamentale il ruolo svolto dalle forze politiche e sociali e in particolare dal partito politico inteso come organizzazione. I partiti sono i protagonisti della vita politica negli Stati democratici, poichè esercitano un ruolo determinante per il funzionamento degli organi costituzionali dello Stato e di altre istituzioni anche non statali. Infatti, la Costituzione della Repubblica italiana riconosce esplicitamente i partiti in quanto organizzazioni costituite dai cittadini per determinare la politica nazionale (art.

Forma di Stato e forma di governo in Italia

Nel descrivere uno Stato si fa riferimento ai concetti di "forma di Stato" e "forma di governo". L'Italia è caratterizza da una forma di Stato democratica, di diritto, sociale e pluralistica e dalla forma di governo parlamentare.

Cos'è la politica

La politica viene percepita almeno in una o in tutte queste tre dimensioni: l'attività di coloro che governano il paese, l'attività di confronto delle idee finalizzato all'accesso all'attività di governo o di opposizione, l'attività sociale delle persone che si scambiano le loro impressioni o si impegnano in attività associative, culturali, civili, professionali per creare, discutere e diffondere idee che possono avere una funzione di indirizzo per la società.

Democrazia

Nel linguaggio quotidiano il concetto di democrazia evoca un metodo decisionale, una modalità di prendere le decisioni che consta di più fasi: l'ascolto del parere di tutti gli interessati, il confronto delle diverse posizioni attraverso una discussione costruttiva, la decisione a maggioranza attraverso una votazione. E' implicito l'impegno della minoranza ad accettare la decisione presa dalla maggioranza.

Clientelismo politico

Il clientelismo identifica un comportamento, un modello di relazione tra persone animato dall'interesse e dallo scambio di favori che crea un danno agli altri e alla collettività. Nel clientelismo politico il suddetto modello di relazione viene esteso alle relazioni politiche e in particolare al rapporto tra politico ed elettore: il politico promette ed elargisce benefici in cambio di voti oppure tesse relazioni attraverso lo scambio di favori per occupare posizione di potere o di privilegio.

Populismo

Un metodo di costruzione del consenso politico incentrato su un capo carismatico e basato sulla esaltazione del popolo, la superficialità delle masse e la demagogia.

Demagogia

Un atteggiamento politico per ottenere il più ampio consenso popolare caratterizzato da false promesse e lusinghe in grado di fare leva sui sentimenti irrazionali ed i bisogni latenti delle masse.

Utopia

Utopista è chi elabora e promuove in buona fede idee e progetti desiderabili, ma impossibili da realizzare per la loro stessa natura o perchè carenti in rapporto alla realtà e alle sue dinamiche.

Questo termine, nelle sue diverse declinazioni di aggettivo e sostantivo, anche se non viene usato molto spesso nella comunicazione politica assume un significato ambivalente a seconda che si voglia sottolineare la mancanza di concretezza di una forza politica e del suo programma o al contrario la forte carica ideale che anima un soggetto o un programma politico.