Polarizzazione partiti politici

Nel corso della storia i passaggi politici più significativi sono stati caratterizzati da una polarizzazione del conflitto politico: rivoluzionari contro lealisti, repubblicani contro monarchici, comunisti contro capitalisti, conservatori contro progressisti, sinistre contro destre e cosi via. Nella società occidentale la polarizzazione dell'elettorato sembra attualmente orientarsi su due piattaforme politiche principali: quella dei moderati (o riformisti) che propongono cambiamenti graduali senza grandi fratture con il passato o salti nel buio e quella delle forze politiche radicali (o antisistema - in inglese "anti-establishment" - poiché l'attuale sistema, ovvero l'assetto politico occidentale, viene considerato funzionale esclusivamente alle classi egemoni), le quali ritenendo insufficienti gli attuali processi riformatori sono portatrici di cambiamenti più radicali. Questa polarizzazione è probabilmente dovuta alla forte accelerazione del processo di globalizzazione e dello sviluppo tecnologico che da un lato rende anacronistica la piattaforma politica dei conservatori e dall'altro sembra certificare l'impotenza della sinistra tradizionale.

Radicali (antisistema)

Moderati (riformisti)