Coalizioni elettorali (elezioni politiche 2018)

Le coalizioni elettorali sono alleanze stipulate tra partiti politici e liste multipartito per la presentazione di candidati nei collegi uninominali implementati dall'ultima legge elettorale. Le coalizioni elettorali per le elezioni politiche del 4 marzo 2018 erano così costituite:

La coalizione di centrodestra si è caratterizzata come "coalizione di governo" piuttosto che come semplice "coalizione elettorale", dichiarando esplicitamente la sua aspirazione al governo del paese come blocco unico, indisponibile ad alleanze alternative e senza un'alternativa plausibile in caso di sconfitta (invocando cioè il ritorno alle urne già prima delle elezioni). In sostanza, come accadeva nel precedente sistema elettorale prevalentemente maggioritario, la coalizione di centrodestra si è proposta agli elettori rappresentando qualcosa di più della sommatoria dei singoli partiti che la componevano, pur in presenza di un sistema elettorale sostanzialmente proporzionale (che già prefigurava un'alta probabilità di rimescolamento delle alleanze dopo le elezioni per formare una maggioranza parlamentare).

In modo simile, il Movimento 5 Stelle ha sostenuto in campagna elettorale e fino alla pubblicazione dei risultati elettorali la sua strategia di rifiuto di ogni alleanza, in nome della sua presunta diversità dagli altri partiti politici, sottovalutando la proporzionalità del sistema elettorale di cui tra l'altro erano forti sostenitori.

L'elenco completo dei partiti, movimenti e gruppi politici organizzati che hanno presentato liste per le elezioni politiche 2018 è disponbile qui.