Cos'è la politica

Palazzo Montecitorio - Sede della Camera dei Deputati

Secondo la definizione classica, la politica è l'arte di governare le società mentre per Aristotele l'uomo è per natura un animale politico. Nel linguaggio comune la politica descrive diverse attività tra loro connesse:

  • la gestione di determinati organi dello Stato (parlamento e governo) e di enti locali (come le regioni e i comuni) da parte dei politici eletti dai cittadini e, nello specifico, le attività neccessarie al funzionamento delle istituzioni rappresentative e alla produzione di leggi e regolamenti;
  • le attività svolte da persone, generalmente esponenti di partito e movimenti politici, che attraverso assemblee, comizi, convegni, mezzi d'informazione discutono di temi politici e richiamano l'attenzione dei cittadini sulle loro proposte, intensificando queste attività nei periodi di campagna elettorale;
  • le attività svolte da persone che, anche se non coinvolte direttamente in ruoli e organizzazioni politiche, mirano ad influenzare la società attraverso il voto, la partecipazione ad associazioni, movimenti e partiti politici, la realizzazione di progetti e idee (attraverso iniziative personali, professionali e collettive) che hanno una valenza di indirizzo per la società.

Possiamo quindi percepire la politica in una o in tutte queste tre dimensioni: l'attività di coloro che governano il paese producendo leggi, regolamenti e servizi pubblici, l'attività di coloro che in particolare durante le campagne elettorali confrontano e promuovono le proprie idee e quelle del partito o del movimento di cui fanno parte per accedere all'attività di governo o di opposizione, l'attività sociale di coloro che anche come semplici cittadini valutano le diverse idee espresse dai politici, si scambiano le loro impressioni, partecipano alle attività dei partiti e delle associazioni che svolgono una funzione di indirizzo per la società.

Capire la politica è sempre più difficile a causa della complessità di funzionamento delle istituzioni democratiche, dei mutamenti delle dinamiche di conflitto tra partiti politici, della vastità e della crescente complessità dei temi affrontati dalla politica.

Ad esempio, il conflitto tra partiti politici non è più orientato dalle grandi ideologie del secolo scorso mentre la comunicazione e i mass media hanno assunto un ruolo decisivo, determinando un'eccessiva semplificazione dei messaggi e una spettacolarizzazione della lotta politica.

Per le esigenze della comunicazione di massa, i temi che la politica è chiamata ad affrontare sono spesso trattati dai media e dagli stessi politici in modo approssimativo e decontestualizzato, generando flussi di notizie senza soluzione di continuità che esasperano i conflitti e non forniscono ai cittadini i riferimenti necessari per comprendere la vera natura e la complessità dei problemi affrontati dalla politica.

Comunque decidiamo di rapportarci alla politica - da protagonisti o da spettatori - essa determina la qualità delle nostre vite e quella delle generazioni future. In pratica, anche se tu non ti occupi di politica, la politica si occupa di te e delle future generazioni.

Per questo, in democrazia è fondamentale che la maggior parte dei cittadini si interessi di politica in qualche modo, anche solo per informarsi su come viene gestita la cosa pubblica e su come vengono spesi i soldi delle tasse.

Anche perché la politica si occupa sostanzialmente di tutto, ad esempio di: agricoltura e sicurezza alimentare, aiuti umanitari e protezione civile, autonomie e enti locali, crescita economica, cultura e informazione, difesa e forze armate, diritti civili e pari opportunità, ecologia e tutela ambientale, finanza pubblica e fisco, formazione della maggioranza parlamentare e del governo, giustizia, globalizzazione e mercati finanziari, immigrazione, industria e servizi, istruzione e formazione, mercato del lavoro e protezione sociale, ordine pubblico e sicurezza, pubblica amministrazione e infrastrutture, ricerca e innovazione tecnologica, riforme istituzionali, sanità e diritto alla salute, Unione Europea e politiche di coesione.

Comunque, spesso si fa politica anche senza rendersene conto protestando pubblicamente in nome di una causa che si ritiene giusta o avanzando rivendicazioni collettive, infatti in democrazia la politica è lo strumento principale per la difesa delle libertà e dei diritti civili.

La politica, insomma, interessa tutti i cittadini e non può essere delegata esclusivamente a chi svolge ruoli politici nelle organizzazioni e nelle istituzioni pubbliche.

Commenti

Gran bel sito! Riconosco quanto la politica sia importante e riconosco la mia ignoranza in materia, per cui cercavo una fonte abbastanza completa e semplice che mi guidasse nel capire meglio questo mondo, ed eccomi qui. Grazie per il servizio offerto!

Feedback